Golf e turismo: il piacere di giocare a golf e viaggiare

Golf news

La Federazione Italiana Golf Disabili si presenta

(17 febbraio 2009)
La Federazione Italiana Golf Disabili si presenta

‘Sport e riabilitazione’ oggi si pone come concetto primario per il recupero di chi, nato o divenuto disabile, desidera confrontarsi o riconfrontarsi con quei valori che donano significato alla vita e la rendono degna di essere vissuta.

Da una decina di anni si stanno aprendo nuovi orizzonti della disabilità: non vengono considerati, infatti, solo gli aspetti medici o sociali, ma anche quelli relativi al tempo libero, allo sport e al turismo, attuando un cambiamento che può trasformare il soggetto portatore di handicap da eterno assistito a protagonista della propria vita e delle relazioni sociali.

Già da tempo, in particolare negli Stati Uniti d’America, si è intrapreso ad impiegare il golf come terapia riabilitativa: numerosi disabili, infatti, avendo raggiunto buona padronanza del gioco proprio nella loro fase terapeutica, sono stati in grado, in seguito, di esercitare questo sport acquisendo, pur nella coscienza dei propri limiti, la piena consapevolezza di potenzialità e capacità fisiche, spesso maggiori di quanto essi stessi potessero immaginare.

La storia

L’Associazione Golfisti Italiani Disabili (AGID), costituita nel febbraio 1998 quale Associazione sportiva dilettantistica senza scopo di lucro , ha come finalità statutarie la promozione di iniziative culturali e sportive tese a diffondere il gioco del golf come pratica sportiva orientata al coinvolgimento delle persone disabili.

Allo scopo intende favorire attività legate alla cultura e al tempo libero nonché sensibilizzare al riguardo le Istituzioni, gli Enti pubblici e privati e l’opinione pubblica in generale, ideando e favorendo la realizzazione di manifestazioni e iniziative mecenatistiche, anche con la partecipazione di altri soggetti che abbiano finalità affini o complementari a quelle dell’AGID.
La pratica di attività sportive di gruppo è uno degli approcci più idonei per l’integrazione sociale dei disabili e per un loro pieno recupero alla vita attiva nei suoi vari momenti.

Il golf, dando la possibilità di formare team di gioco in cui disabili e normodotati sono accumunati nel divertimento e nella competizione, concretizza quelle opportunità di comunicare e socializzare che danno al disabile, pur nella coscienza dei propri limiti, la piena consapevolezza delle proprie potenzialità e capacità fisiche che risultano essere sempre maggiore di quanto si possa immaginare.

Il golf è uno dei pochi sport che i disabili possono praticare con i normodotati gareggiando in condizioni paritarie grazie ad opportune regole ed al fatto che il gioco viene praticato con ritmi moderati e la gestualità sportiva non richiede particolari sforzi fisici.

L’accessibilità al percorso di golf nella sua globalità è resa possibile ai disabili fisici, con problemi di deambulazione, da speciali carrozzelle progettate specificamente, ampiamente sperimentate ed accettate sui più importanti percorsi di golf internazionali.

Nell’anno stesso della sua costituzione, 1998, l’Associazione è stata ufficialmente riconosciuta ed aggregata alla Federazione Italiana Golf (F.I.G.).
Nel febbraio 2004 l’Associazione, pur mantenendo l’aggregazione alla F.I.G., ha assunto il ruolo più ampio di Federazione Italiana Golf Disabili (FIGD) al fine di poter associare altre società sportive, con settori di attività volte all’insegnamento del golf a persone portatrici di handicap, ed entrare a fare parte del Comitato Italiano Paralimpico.

Dal febbraio 2004 la FIGD risulta quindi aggregata alla Federazione Italiana Golf ed affiliata alla Federazione Italiana Sport Disabili – Comitato Italiano Paralimpico (C.I.P.).
Dal 1999 l’Associazione fa parte dell’European Disabled Golf Association (EDGA) con cui collabora attivamente sul fronte medico, per la classificazione delle disabilità, e su quello sportivo per l’organizzazione di gare e campionati.

Attualmente le Associazioni, in rappresentanza delle varie nazioni di appartenenza, che aderiscono all’EDGA sono 13.
N.B. Per poter ottenere l’associazione alla F.I.G.D. è necessaria la compilazione di una richiesta ufficiale che verrà sottoposta all’insindacabile giudizio del direttivo.

Attività

Nell’anno stesso della sua costituzione, 1998, l’Associazione è stata ufficialmente riconosciuta ed aggregata alla Federazione Italiana Golf (F.I.G.).
Nel febbraio 2004 la Federazione Italiana Golf Disabili (FIGD) è stata associata al Comitato Italiano Paralimpico ed è rappresentata in seno al Consiglio Nazionale .
Dal 1999 la Federazione fa parte dell’European Disabled Golf Association (EDGA) con cui collabora attivamente sul fronte medico, per la classificazione delle disabilità ,e su quello sportivo per l’organizzazione di gare e campionati.

Attualmente le Associazioni, in rappresentanza delle varie nazioni di appartenenza, che aderiscono all’EDGA sono 13.
Ogni anno vengono giocati gli Open Internazionali, organizzati dalle singole nazioni aderenti sui migliori percorsi europei, mentre l’European Championship viene organizzato ogni due anni a rotazione dalle varie nazioni.

Gli Open d’Italia per golfisti disabili sono stati giocati sui percorsi del Golf Club Modena (1999 e 2000), Golf Club le Fonti (Bologna-2001), Marco Simone Golf Club (Roma -2002), Golf Club Castelconturbia (Novara -2003) , Golf ClubRimini (2004) , Golf Club Lignano (2005), Golf Club Montecchia (Padova-2006), Circolo Golf Is Molas (2007), cioè su campi che hanno ospitato gli Open Internazionali d’Italia per professionisti e questo per sottolineare che le capacità di gioco ed il livello sportivo della gara non viene minimamente inficiato dalla disabilità sia fisica, sensoriale o mentale. Nel 2005 è stato inoltre compito dell’Italia, quindi della nostra Federazione, organizzare l’European Championship che è stato giocato da 96 partecipanti , in rappresentanza di 13 nazioni, sul percorso del Circolo Golf Rapallo dal 20 al 23 settembre 2005.

L’Open d’Italia è sempre stato organizzato in regioni differenti poiché vuole essere anche una importante occasione per la promozione a livello internazionale del turismo golfistico verso le nostre bellissime strutture.

E’ infine importante sottolineare che gli attuali giocatori associati alla F.I.G.D. ed in grado di partecipare a gare di livello internazionale sono oltre 50, portatori di tutti i vari tipi di disabilità fisica e sensoriale, mentre sono oltre 60 i disabili, in maggior parte con disabilità intellettiva e relazionale, che stanno seguendo corsi di avviamento allo sport del golf presso le Associazioni affiliate di Civitanova Marche, di Firenze e presso l’AIAS - Monza.

Quindi una attività sportiva molto intensa ma costantemente affiancata da una attività più prettamente sociale finalizzata all’apertura di scuole di golf per disabili (attualmente sono 6 sul territorio nazionale), con strutture logistiche adeguate alle esigenze ed in grado di accogliere per più giorni anche gli eventuali accompagnatori, ed alla realizzazione di strutture mobili (con reti di protezione ad hoc) da installare temporaneamente in istituti di rieducazione motoria per fare sperimentare il gioco del golf localmente sempre sotto la guida di istruttori preparati allo scopo con l’assistenza, ove necessario, anche di uno psicologo.

A livello nazionale vengono annualmente organizzate circa dieci gare; a titolo esemplificativo nel 2007 sono state organizzate le seguenti manifestazioni:
Open Internazionale d’Italia presso il Golf Club Is Molas cui hanno partecipato oltre 50 giocatori in rappresentanza di 12 nazioni
Campionato italiano presso il Golf Club Colline del Gavi
Gare promozionali presso vari Golf Club quali: Castelgandolfo, Villa d’Este, Barlassina etc.

Obiettivi

La Federazione Italiana Golf Disabili (FIGD), costituita nel febbraio 1998 quale Associazione sportiva dilettantistica senza scopo di lucro, ha come finalità statutarie la promozione di iniziative culturali e sportive tese a diffondere il gioco del golf come pratica sportiva orientata al coinvolgimento delle persone disabili.

Allo scopo intende favorire attività legate alla cultura e al tempo libero nonché sensibilizzare al riguardo le Istituzioni , gli Enti pubblici e privati e l’opinione pubblica in generale , ideando e favorendo la realizzazione di manifestazioni e iniziative mecenatistiche, anche con la partecipazione di altri soggetti che abbiano finalità affini o complementari a quelle dell’AGID.

La pratica di attività sportive di gruppo è uno degli approcci più idonei per l’integrazione sociale dei disabili e per un loro pieno recupero alla vita attiva nei suoi vari momenti .
Il golf, dando la possibilità di formare team di gioco in cui disabili e normodotati sono accumunati nel divertimento e nella competizione, concretizza quelle opportunità di comunicare e socializzare che danno al disabile , pur nella coscienza dei propri limiti, la piena consapevolezza delle proprie potenzialità e capacità fisiche che risultano essere sempre maggiori di quanto si possa immaginare .

Il golf è uno dei pochi sport che i disabili possono praticare con i normodotati gareggiando in condizioni paritarie grazie ad opportune regole ed al fatto che il gioco viene praticato con ritmi moderati e la gestualità sportiva non richiede particolari sforzi fisici .

L’accessibilità al percorso di golf nella sua globalità è resa possibile ai disabili fisici, con problemi di deambulazione, da speciali carrozzine progettate specificamente, ampiamente sperimentate ed accettate sui più importanti percorsi di golf internazionali.

Maggiori informazioni:
http://www.federgolfdisabili.it/


Relazione conclusiva del progetto \"Golf senza barriere\"
Brandt Snedeker debutta in Qatar ai Commercialbank Masters
La buca più difficile del mondo...
Boo Weekley debutterà in Medio Oriente al Qatar Masters
Trofeo Caffé New York al Montecatini Golf
Ryder Cup 2008: Rimini si impone su San Marino
Si è concluso il Challenge AIGG Contarini 2008
Il Lions Club di Pescia al Montecatini Golf
Balsamic Golf Trophy: si pensa al 2009
Louisiana del vino e Trofeo Città di Monsummano Terme al Montecatini Golf
Corso Base di Regole del Golf Golfacademy, 10 e 17 novembre 2008
Conclusa a Gavorrano la 23. edizione del Jaguar Golf Trophy
Pinocchio sul green 2008 al Montecatini Golf Club
Sabato e domenica la Ryder Cup al Rimini Golf Club
Il Challenge AIGG Contarini alle battute finali
Cerca su GolfeTurismo.com
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA

Copyright © Nexus Web Services